Voglia di distruzione

La mia sensibilità
è pura superstizione…
Se piango
escono poche lacrime
e tanta voglia
di distruzione.

Piante morte

Mi aggrappo a te come fossi edera,
silenziosa e rampicante…
E in cambio niente,
solo l’ingiusto protrarsi
di un silenzio esilarante.
Come le tue parole a caso,
o come quelle piante morte
che non abbiamo ancora tolto dal vaso.

Caro Poeta

Caro Poeta,
io me ne fotto del tuo colto parlare.
Io voglio emozioni da masticare.
Voglio lacrime da bere.
Voglio storie che non mi fanno addormentare.
Non voglio che strizzi l’occhio al buon senso,
voglio che lo prendi a calci nei denti.
Voglio versi roventi.
Non voglio che mi racconti il brutto e il bello di ogni cosa.
Sai che non serve un cazzo andare a capo se è prosa?
Voglio svegliarmi con le tue parole che mi graffiano le meningi.
Perché dei poeti amo soprattutto gli enigmi.
Non me ne frega un cazzo se il cielo è azzurro e i fiori sono rossi.
Non sarai mai Dostoevskij ma solo un anonimo Mario Rossi.
E poi caro Poeta, non definirti maledetto.
Lo sanno tutti che il tuo massimo è un caffè ristretto…

Disastri

I nostri baci
erano folli incastri.
Piccoli e diabolici
disastri.

Un amore fuori posto

Quel nostro amore
fuori posto,
era come uno spinello
acceso di nascosto.
Infantile,
paranoico,
o a suo modo esuberante?
Ingestibile senz’altro
e pure un po’ urticante.

Le bugie hanno le gambe corte

Le bugie hanno le gambe corte,
così si dice e noi diciamo.
E intanto
un estemporaneo ti amo tira l’altro,
e noi ricominciamo…
A dirci cazzate di ogni tipo,
tipo ti amo comunque,
come se fossi uno stronzo qualunque.
Ma l’amore è così,
e io ancora non l’ho capito.
Perché ti guardo negli occhi
e mi sento ancora rapito?

Avremmo potuto

Sì,
avremmo potuto amarci
fino in fondo…
Ma avremmo distrutto il nostro,
e soprattutto il loro mondo.

Una stella caduta

Avrei voluto farti un po’ di domande,
prima che ti portassi via
tutto il bello che in te
avevo trovato.
Ma te ne sei andato.
Sei sparito.
Come una stella caduta
che rialzandosi
si rimescola con l’infinito.