Quando le parole si avverano altrove

Ti ho perso nell’istante in cui ti ho amato.
Un fottuto istante deciso dal fato.
Perso tra indelebili suggestioni
di parole mai pronunciate.
Parole che altrove
si sono avverate.

Il segreto è desiderare

Dove c’è una folla
c’è un deserto.
Dove c’è tutto
c’è solo il nulla.
Mi perdo tra la folla.
Mi scateno nella pista.
Il segreto non è avere.
Il segreto è desiderare.

Finire nel buio

Io ti ho fatto entrare
e tu mi hai chiuso fuori.
D’altronde se apri la porta a uno sconosciuto
rischi di finire nel buio,
e nel buio ti puoi innamorare.
Perché l’oscurità cela tutte le cose
che durante il giorno
non hai il coraggio di desiderare.

Mille modi di dire ti amo

Tra i mille modi di dire ti amo
preferisco quello meno rumoroso.
Le mie labbra
incollate alle tue.

Corri e “Lui” ride

Corri spietato e leggero verso il destino
come un taxi senza meta che galoppa in periferia…
Ma poi incontri il tuo destino
e lo tratti come un biglietto della lotteria.
Lui ti guarda,
ride
e scappa via.

Il gioco del destino

Chi vorresti essere lotta con chi sei veramente…
E alla fine?
Alla fine di te non resta nulla,
se non una manciata di desideri
con i quali il destino
si trastulla.

La scelta

Di giorno maledico la notte
e di notte maledico il giorno.
Il desiderio di andare
contro quello di restare a guardare.
Sperimentare lo spettacolo
o goderselo sul divano?
Abbandonarsi al proprio destino
o prenderlo per mano?

Ti amo

Ti amo,
ed è maledettamente giusto così!
Anche se a volte gli alcolici ci asfaltano la mente,
il giorno dopo ricomincio ad amarti
maledettamente.